CHIAMA SUBITO

Intervento di cataratta a Torino: Quanto Costa?

Questi sono i nostri pacchetti completi, chiari e trasparenti, per farti ritrovare la vista in totale serenità e relax.

Pacchetto Low Cost

€ 700

Attesa: 1 mese

Pacchetto esami completo

TOMOGRAFIA

per studiare la cornea e la parte anteriore dell’ occhio

BIOMETRIA  LASER

per il calcolo della  IOL

OCT

per escludere malattie preesistenti

alla macula ed al nervo ottico

DAYTONA

retinografia laser che supera ogni

opacità (di cui disponiamo solo noi

in Piemonte) per esplorare

la retina ed escludere la

presenza di alcune patologie

BIOMICROSCOPIA ENDOTELIALE

per avere lo stato di salute aggiornato della cornea

Operatore:

Dr. Emanuelli

2 visite di controllo comprese

IOL o cristallino artificiale MONOFOCALE ossia programmabile ad un’unica distanza

Eseguito in struttura d'eccellenza a Novara

Pacchetto Premium

€ 2.950

Attesa : qualche giorno

Pacchetto esami completo

TOMOGRAFIA

per studiare la cornea e la parte anteriore dell’ occhio

BIOMETRIA  LASER

per il calcolo della  IOL

OCT

per escludere malattie preesistenti 

alla macula ed al nervo ottico

DAYTONA

retinografia laser che supera ogni

opacità (di cui disponiamo solo noi 

in Piemonte) per esplorare

la retina ed escludere la

presenza di alcune patologie

BIOMICROSCOPIA ENDOTELIALE

per avere lo stato di salute aggiornato della cornea

Operatore:

Dr. Emanuelli

2 visite di controllo comprese

IOL o cristallino artificiale programmabile per correggere ogni difetto di vista

Eseguito presso la Clinica Fornaca in Torino

La più venduta!

Pacchetto FemtoLaser

€ 3.500

Attesa : qualche giorno

Pacchetto esami completo

TOMOGRAFIA

per studiare la cornea e la parte anteriore dell’ occhio

BIOMETRIA  LASER

per il calcolo della  IOL

OCT

per escludere malattie preesistenti 

alla macula ed al nervo ottico

DAYTONA

retinografia laser che supera ogni

opacità (di cui disponiamo solo noi 

in Piemonte) per esplorare

la retina ed escludere la

presenza di alcune patologie

BIOMICROSCOPIA ENDOTELIALE

per avere lo stato di salute aggiornato della cornea

Operatore:

Dr. Emanuelli

2 visite di controllo comprese

IOL o cristallino artificiale MONOFOCALE ossia programmabile ad un’unica distanza

Eseguito a Torino o presso la Clinica BlueEye in Milano

togliti il pensiero in pochi minuti e in  totale relax

Ad oggi non esistono medicinali, integratori, esercizi o strumenti in grado di prevenire o curare la cataratta. L’unico metodo per rimuoverla completamente è ricorrere all’intervento chirurgico, che noi siamo in grado di effettuare in pochi minuti e senza dolore per il paziente.

A tuo agio e in totale relax: per tornare a vedere senza più disagi

Presso il nostro Studio sarà possibile effettuare questo intervento senza lunghe attese e soprattutto in totale serenità. Seguito da personale attento e competente ritroverai la vista in soli 10 minuti sulle note della musica che preferisci.

Per aiutare i pazienti a rilassarsi e ad affrontare l’intervento senza ansie o paure mettiamo infatti la musica che desiderano, così da metterli completamente a loro agio e da garantire loro un totale rilassamento nel corso dell’intervento.

Grazie alla professionalità e alla competenza del Dottor Emanuelli e con la giusta dose di empatia, anche i più timorosi potranno ritornare alla quotidianità in totale serenità.

Il Dottore si presenta…

Mi chiamo Luigi Emanuelli e da quasi vent’anni svolgo la professione di Oculista ed Oftalmologo Pediatrico. Ho lavorato in molte delle più importanti strutture ospedaliere di Torino come dirigente medico di I livello acquisendo esperienza sia in campo chirurgico che diagnostico.   

L’Ospedale Mauriziano, l’Oftalmico ed infine l’Ospedale Maria Vittoria: queste sono le sedi in cui ho operato per quasi 16 anni trasformando i miei studi in soluzioni concrete per le persone. Perché la soddisfazione più grande è vedere pazienti finalmente guariti, con i quali si instaura un rapporto di amicizia e riconoscenza.

Offrire “soluzioni efficaci” al paziente è sempre stato per me il cardine della mia professione e proprio per questo ho sempre investito in aggiornamento e tecnologia. Perché per me il paziente non è una patologia oculare ma un essere umano da comprendere ed aiutare a 360°.

Cosa dicono di noi

★★★★★

Dr. Emanuelli has always proved to be a very serious doctor. He invests in the latest technology and is always on the up and up on the latest informat...

Emilia Valentina Delena, Torino

★★★★★

Dopo svariate visite oculistiche in diverse strutture sia pubbliche che private, ho finalmente trovato il dottore che ha risolto in tempi brevi il cas...

Perry Virgy, Torino

★★★★★

Mia figlia e' stata visitata recentemente dal Dr Emanuelli per un problema di occhio rosso che non riusciva a risolvere. Grazie all' empatia ed all' ...

Nazmije Lumnica, Torino

★★★★★

Sono stata favorevolmente colpita per la cortesia, la disponibilità, l’appropriatezza e là professionalità con cui sono stata accolta e pienament...

Assunta Di Franco, Torino

★★★★★

Ringrazio tutto lo staff per la professionalità e cortesia ed in particolare il Dottor Luigi Emanuelli per la sua professionalità e la sua attenzion...

Interego@gmail.it Rotella, Torino

More Reviews

*
*
*
*
INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI (ART. 13 REG. TO UE 2016/679)
Gentile cliente, la presente informativa ha lo scopo di indicarle come Luigi Emanuelli tratta i suoi dati. Finalità del trattamento ed obbligatorietà del conferimento. Luigi Emanuelli raccoglie ed utilizza i Suoi dati comuni (ad es. nome, cognome, codice fiscale, partita Iva, indirizzo, etc) unicamente per dare esecuzione al rapporto commerciale in essere tra le parti e dare attuazione agli obblighi previsti dalla normativa Italiana e comunitaria. Nel dettaglio i Suoi dati saranno utilizzati per evadere la sua richiesta. Il conferimento di tali dati ed il consenso al loro trattamento sono obbligatori; il mancato consenso potrà comportare l'impossibilità di eseguire la prestazione richiesta. Responsabili del trattamento. Oltre al Titolare, in alcuni casi, potrebbero avere accesso ai Dati categorie di incaricati coinvolti nell’organizzazione del sito (personale amministrativo, commerciale, marketing, legali, amministratori di sistema) ovvero soggetti esterni (come fornitori di servizi tecnici terzi, corrieri postali, hosting provider, società informatiche, agenzie di comunicazione) nominati anche, se necessario, Responsabili del Trattamento da parte del Titolare. L’elenco aggiornato dei Responsabili potrà sempre essere richiesto al Titolare del Trattamento. Comunicazione, diffusione e trasferimento dei dati a Paesi terzi o organizzazioni internazionali. Per l'adempimento della prestazione (“Finalità del trattamento ed obbligatorietà del conferimento”) potremmo comunicare i Suoi dati anche a soggetti individuati come ditte di trasporto, corrieri ed istituti bancari o di credito. La comunicazione di tali dati è pertanto obbligatoria e il mancato consenso alla comunicazione comporta l'impossibilità per Luigi Emanuelli di eseguire la prestazione richiesta. I dati da lei comunicati non saranno da noi trasferiti a Paesi terzi o organizzazioni internazionali extra UE. I dati da lei forniti non verranno diffusi a terzi senza il suo specifico e preventivo consenso. Marketing. I dati da lei comunicati potranno essere da noi utilizzati per finalità di marketing, tra cui rientrano a titolo esemplificativo e non esaustivo l'invio di materiale informativo tramite newsletter, email, etc al fine di informativo in merito all'organizzazione di corsi, nuovi prodotti, indagini commerciali, etc. Tutto questo solo a seguito di Suo specifico e facoltativo consenso; il mancato consenso non comporterà alcuna conseguenza sull'esecuzione della prestazione principale. Modalità di trattamento , processi decisionali automatizzati e tempi di conservazione dei dati. I suoi dati potranno essere trattati sia su supporti cartacei che informatici, nel rispetto delle misure di sicurezza tecniche ed organizzative previste dal Regolamento UE in materia di protezione dei dati personali (GDPR 2016/679). Non saranno trattati mediante processi decisionali automatizzati. Le informazioni che la riguardano saranno conservate per tutta la durata del rapporto in essere tra le parti e in ogni caso per il tempo previsto dalla normativa civilistica, contabile e fiscale che potrà determinare tempi di conservazione ulteriori. Diritti dell'interessato e reclamo al Garante della Privacy. Lei ha diritto di richiederci in qualsiasi momento l'accesso ai dati che la riguardano, la loro modifica, integrazione o cancellazione, la limitazione o l'opposizione al loro trattamento, laddove vi siano motivi legittimi, nonché la portabilità dei suddetti dati presso un altro Titolare del trattamento. Le è possibile inoltre proporre reclamo all'Autorità di controllo nazionale laddove reputi che i suoi dati siano stati trattati illegittimamente. Informazioni sul Titolare del Trattamento. Il Titolare del Trattamento è Luigi Emanuelli, con sede legale in Corso Duca Degli Abruzzi, 35 – 10129 Torino. Per esercitare i diritti previsti dalla normativa e meglio specificati sopra è possibile contattare il Titolare presso la sua sede telefonando al 011 5628775 o scrivendo a consensi@studiooculisticoemanuelli.com. Privacy Policy completa
*
Privacy Policy

Nel corso dell’intervento chirurgico ti verrà sostituito il cristallino opacizzato, la lente naturale che si trova nell’occhio, con una lente artificiale in grado di svolgere le funzioni che prima svolgeva il cristallino.

La visione migliora fin dal primo giorno in tutti i casi, se non sono presenti altre patologie. Inoltre grazie alle tecnologie più innovative e all’utilizzo di cristallini artificiali ad alta tecnologia è possibile ridurre moltissimo il rischio di insuccesso e prevedere anticipatamente il risultato finale. In taluni casi è possibile addirittura eliminare completamente ogni difetto di vista preesistente.

Rimuovere la cataratta con la tecnologia laser?

Alcuni propongono di curare la cataratta utilizzando il laser. Questa tecnica chirurgica non solo ha un costo superiore, ma a parità di risultati comporta più rischi.

L’intervento con il laser non sostituisce infatti il lavoro dell’oculista e nel passaggio fra una sala e l’altra per le due diverse fasi dell’intervento comporta un aumento del rischio di contrarre infezioni. Questa tipologia di intervento, che noi proponiamo solamente in casi particolari in cui non sarebbe possibile intervenire diversamente, risulta essere più dolorosa e rischiosa.

DOVE SIAMO

Anestesia

In genere si utilizza un’anestesia di superficie mediante anestetici in collirio e, durante l’intervento, l’introduzione di anestetico direttamente nell’occhio. Alcune gocce di Lidocaina o Novesina in collirio bastano a eliminare la sensibilità della superficie oculare. Al paziente è richiesto di fissare la luce del microscopio per alcuni minuti. In alcuni casi più complessi o in pazienti poco collaboranti (sordità, patologie neurologiche) si utilizza un’anestesia (indolore) intorno all’occhio mediante iniezione peri- o retro- bulbare.  Dopo l’anestesia ecco alcuni tempi dell’intervento.

Incisione corneale

Facoemulsificazione della cataratta

Impianto IOL

Queste lenti non sono visibili dopo l’intervento, perché vengono posizionate dietro l’iride nella sede naturale del cristallino e la microincisione non necessita di punti di sutura in quanto autochiudente. La lente può restare nell’occhio tutta la vita senza problemi.

Dopo l’intervento di cataratta è possibile dedicarsi fin da subito alle normali attività giornaliere (passeggiare, guardare la televisione e anche leggere con l’occhio controlaterale), ad eccezione di quelle più faticose. E’ però necessario evitare il contatto con sostanze esterne come lo shampoo e soprattutto non sfregare l’occhio operato. Occorre usare i colliri prescritti dal medico. Sono anche necessarie normalmente 2-3 visite post-operatorie, per controllare che il decorso della chirurgia sia normale. Infatti sia durante l’intervento che dopo, seppur raramente, possono verificarsi delle complicanze.

Complicanze intraoperatorie

Rottura della capsula posteriore: in alcuni casi, per lesioni preesistenti o come conseguenza delle manovre durante l’intervento, è possibile che la capsula posteriore del cristallino (sacco), che è una membrana di 10 micron, delicatissima e molto sottile, possa rompersi determinando una soluzione di continuo fra la parte anteriore e quella posteriore dell’occhio. La rottura di capsula è associata ad un aumentato rischio di infiammazione, distacco di retina, ipertono oculare (Glaucoma del pseudofachico). E’ in ogni caso una complicanza gestibile.

Complicanze Post-operatorie

  1. Infezione od endofalmite: è rarissima ma estremamente grave in quanto può portare a perdita irreversibile della funzione visiva. E’ necessario prevenirla con adeguato trattamento pre- e post-operatorio; quando presente, richiede una pronta eliminazione dei tessuti infetti mediante un intervento complesso costituito dall’asportazione del cristallino impiantato e del vitreo (vitrectomia).

  2. Edema maculare: è un accumulo di liquido a livello della regione retinica più sensibile, la macula, che è quella piccola area dove si forma l’immagine distinta. E’ più frequente nei diabetici e in pazienti con problemi generali. E’ suscettibile di trattamento farmacologico e se necessario anche chirurgico.

  3. Edema corneale: è un accumulo di liquido all’interno del tessuto corneale spesso legato ad una preesistente debolezza della cornea stessa (cornea guttata). Nei casi in cui l’edema persista per più di 2 mesi circa è ipotizzabile la sostituzione della cornea mediante trapianto.

Consiste nell’opacizzazione della capsula posteriore per proliferazione delle cellule residue del cristallino naturale. Si crea un velo posteriormente alla lente artificiale impiantata che induce un calo della vista progressivo. Fortunatamente si risolve senza grandi rischi mediante un intervento Laser YAG che elimina l’opacità.  La durata del trattamento laser è di pochi secondi e non si verifica quasi mai la recidiva.

Lente standard per cataratta

Lente IOL TORICA per la cataratta

Attualmente la tecnologia mette a disposizione un’ampissima gamma di lenti intraoculari ed è difficile esporre  una classificazione. Dirò quello che propongo di routine ai miei pazienti. In genere ci si sofferma troppo poco sulla descrizione della “protesi “ da impiantare. La prima cosa da chiarire è il funzionamento della lente intraoculare. In genere  si chiede al paziente che tipo di refrazione (ossia di vista) gradirebbe avere, dando per scontato di impiantare una protesi monofocale, ossia in grado di far vedere al meglio ad una sola distanza.

La lente rappresentata è quella che impianto di più. E’ in materiale acrilico idrofobo, pieghevole, colorato di giallo per difendere la retina dai raggi UV dannosi. Può correggere tutti i difetti sferici (ipermetropia e miopia) ma non può correggere l’astigmatismo e la presbiopia. La qualità visiva è eccellente, anche se il paziente dovrà comunque usare una correzione per vicino e per la mezza distanza.

In alternativa, privatamente, è possibile offrire un tipo di IOL ad alta tecnologia, le IOL Toriche, in grado di correggere più difetti di vista contemporaneamente.
Le IOL TORICHE correggono MIOPIA, IPERMETROPIA associate ad ASTIGMATISMO anche ELEVATO. Ma non la presbiopia!

È una lente in grado di correggere astigmatismo associato ad ipermetropia o miopia. La procedura chirurgica è un po’ più lunga in quanto necessita di una fase di accurata preparazione. In tutte le IOL ad alta tecnologia si esegue la marcatura degli assi fondamentali 0-180°, segnando con penna dermografica a livello limbare l’asse dell’astigmatismo, per permettere in sala di posizionare correttamente il cristallino artificiale

Marcatura occhio

Occhio dopo la marcatura

IOL impiantata correttamente

Notare i markers dell’asse sul corpo ottico. Sono i segni che indicano come orientare la lente in base alla marcatura fatta sugli assi fondamentali. Sono una buona soluzione per la correzione dell’astigmatismo corneale congenito e post-operatorio di grado medio o elevato.

IOL MULTIFOCALI: le IOL multifocali sono state ideate per permettere al paziente l’indipendenza dall’occhiale dopo l’intervento di cataratta. Di fatto ciò che si cerca di ottenere è il ripristino di una buona acuità visiva per lontano, almeno pari a quella che si otterrebbe con le comuni lenti monofocali, permettendo al contempo una sufficiente visione per vicino e per l’intermedio senza uso di lenti addizionali.

Sono classificabili in due gruppi:

a) IOL MULTIFOCALI DIFFRATTIVE

Le IOL diffrattive possiedono una superficie anteriore liscia di tipo refrattivo ed una superficie posteriore diffrattiva, nella quale sono intagliati anelli concentrici che creano microscopici scalini (la cui altezza è compresa nell’ambito della lunghezza d’onda della luce).
E’ una lente proposta 20 anni fa con risultati molto modesti. E’ stata riproposta da circa 2 anni con adeguate modifiche consentite dalle attuali tecnologie ottiche. La geometria ottica privilegia la visione da lontano e da vicino con una visione a tutti gli effetti bifocale.

Vantaggi

Consente un’ottima visione da lontano e da vicino senza occhiali e non risente delle diverse condizioni di illuminazione. L’incidenza di aloni o altri effetti luminosi anomali risulta ridotta.

Svantaggi

La prevedibilità del  risultato non è assoluta, nonostante la precisione dei calcoli; ciò comporta talora la necessità di una rifinitura con occhiale o con laser ad eccimeri. La mancanza di un’accettabile visione intermedia ha come conseguenza un risultato meno “naturale“ e limita molto l’indipendenza dall’occhiale in alcune comuni attività, quali computer, conversazione, lettura di spartiti musicali, pittura ecc.

Candidati

Il paziente ideale svolge un’attività prevalente in larghi spazi, guida molto e svolge attività all’aperto. E’ adatto anche il paziente che ama la vita domestica con frequente lettura, piccoli lavori da vicino e televisione.

b)   IOL MULTIFOCALI REFRATTIVE

È il tipo di lente di cui si ha maggiore esperienza e personalmente la utilizzo da oltre 5 anni con buoni risultati. In questo momento è l’unica lente intraoculare realmente multifocale in quanto la geometria ottica consente la messa a fuoco a tutte le distanze: lontano (guida e tv), intermedia (computer, vetrine e conversazione), vicino (lettura e passatempi vari).

Vantaggi

Consente l’indipendenza  dall’occhiale in  circa il 90% dei pazienti. La visione da lontano e intermedia sono eccellenti senza ricorrere all’occhiale.

Svantaggi

Per i caratteri più piccoli da vicino (informazione dei medicinali, guida telefonica) è comunque spesso necessario un occhiale di circa + 1 diottria. Nei primi mesi dopo l’intervento è possibile   percepire aloni o abbagliamento intorno alle luci, in particolare nella guida notturna. Dopo 6 – 12 mesi questo disagio interessa meno del 2% dei casi. Le lenti si possono classificare a seconda del materiale il quale ne determina il comportamento e la funzione.  Oggi vengono utilizzate quasi soltanto lenti pieghevoli, inseribili attraverso microincisioni di circa 2 mm: questo consente di non indurre astigmatismi dovuti all’intervento.